Immagine
 Palazzo Vecchio visto dall'alto del Duomo... di Ettore
 
"
Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute et canoscenza

Dante Alighieri
"
 
\\ Home Page : Storico : Internet e nuove tecnologie (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Di Ettore (del 07/09/2008 @ 01:05:10, in Internet e nuove tecnologie, linkato 2098 volte)

Google Chrome

Questa qui sopra è la schermata del mio Blog che si ottiene utilizzando Chrome, il nuovo browser lanciato da Google.

Ho aspettato qualche giorno ma alla fine non ho retto alla curiosità di provare questo nuovo browser che, in soli 4 giorni, ha superato, per numero di utilizzatori, il browser Opera.

Devo confessare che io sono un affezionato utente di Internet Explorer, ma ho sempre provato gli altri browser per vedere cosa proponevano.

Per ora, al primo utilizzo, due annotazioni: secondo me è molto elegante come grafica e come stile, però non è compatibile con tutti quei siti che usano tecnologie ormai molto diffuse e che con Internet Explorer si possono usare alla grande. Anche questo post sono costretto a scriverlo con Internet Explorer perché Chrome non supporta la piattaforma che utilizzo per gestire ed editare il blog.

La prima impressione è, comunque, positiva e invito tutti a "fare un giro" con Chrome!

 
Di Ettore (del 02/02/2007 @ 22:52:21, in Internet e nuove tecnologie, linkato 1873 volte)

Nonostante sia un vecchio fan delle "Finestre" e sia in trepida attesa di provare il nuovo Windows Vista, pubblico questa vignetta che mi ha fatto sorridere.

 

 

 
Di Ettore (del 21/01/2007 @ 02:56:33, in Internet e nuove tecnologie, linkato 1755 volte)

file sharing

La terza sezione penale della Suprema Corte di Cassazione ha assolto due giovani che erano stati condannati a tre mesi e dieci giorni di reclusione dalla Corte d'Appello di Torino per violazione della legge sul diritto d'autore.

I due condannati avevano sviluppato una rete peer-to-peer, con server installato nel pc di un'associazione studentesa del Politecnico di Torino, accedendo alla quale, dopo essersi autenticati con una password, si potevano condividere file di ogni tipo compresi film e musica protetti da copyright.

Secondo i giudici torinesi gli autori di questo sistema  erano colpevoli di aver violato gli articoli 171 bis e 171 ter della legge sul diritto d'autore (n. 633/41) che punisce chi, «a scopo di lucro», diffonde o duplica file e contenuti multimediali protetti da copyright. 

Ma l'attività dei due imputati - spiega la  Corte nella sentenza n.149 depositata lo scorso 9 gennaio non aveva alcun «fine di lucro».
«I giudici di merito, si dice nelle motivazioni della sentenza, hanno erroneamente attribuito all'imputato una attività di duplicazione dei programmi e di opere dell'ingegno protette dal diritto d'autore, poiché la duplicazione in effetti avveniva ad opera dei soggetti che si collegavano con il sito Ftp e da esso, in piena autonomia, prelevavano i file e nello stesso ne scaricavano altri. Doveva essere esclusa l'esistenza del fine di lucro da parte degli imputati potendosi ravvisare una mera attività di scambio».

Un bell'1-0 per il file sharing.

Ovviamente i soloni della Siae e della FIMI (associazione dei discografici italiani) si sono scagliati contro questa sentenza e hanno voluto precisare che si riferisce ad un episodio accaduto prima dell'entrata in vigore della famigerata Legge Urbani del 2004.

In questo hanno ragione ma sicuramente non si potrà non tenere conto di quanto detto dalla Cassazione in futuri processi di questo tipo, in applicazione della Legge Urbani, se ve ne saranno.

Una cosa è la condivisione e una cosa è la pirateria. Poi pensando all'Italia degli indulti e delle depenalizzazioni in ogni campo, questo accanirsi col file sharing fa senza dubbio riflettere.

 
Di Ettore (del 05/01/2007 @ 05:34:27, in Internet e nuove tecnologie, linkato 1519 volte)

Il Logo di Google

Ancora una volta gli amici di Google, diventato ormai il precursore di tutto ciò che è legato ad Internet, tentano di stupirci.

Questa volta introducendo un nuovo sistema per selezionare i candidati da inserire in azienda.

La notizia è riportata dal New York Times.

Google ritiene che i metodi classici di ricerca del personale, che lei stessa ha utilizzato fin d'ora, valutazione dei curricula, interviste, vari tipi di test psico-attitudinali, non siano più sufficienti a garantire la selezione delle professionalità più adatte ad un'azienda della New Economy del suo calibro. Si tenga poi conto che Google riceve ogni mese circa 100.000 nuovi curricula.

Finora ci si è basati sui risultati accademici e su altri tipi di test quantitativi.

Google, da ora, cambia pagina.

Dopo aver intervistato una buona fetta dei suoi dipendenti attuali, quelli con almeno cinque mesi di esperienza in Google, ponendo domandi su vari aspetti: dai sociali, ai comportamentali, fino a chiedere quanti e quali animali di compagnia vivessero con loro. I risultati sono stati analizzati da psicologi ed esperti in selezione del personale per scoprire quali risposte a queste domande denotassero i lavoratori che avevano realizzato di più in azienda, che avessero buone prospettive, che fossero, insomma, dei Google-workers eccellenti.

Ne è nato un questionario che, da ora, verrà sottoposto a tutti i candidati per un posto in Google. I matematici di Google hanno elaborato delle formule che, in base alle risposte date, assegnano un punteggio da 1 a 100 ai futuri lavoratori. Ovviamente quelli con il punteggio più alto avranno maggiori possibilità di entrare in azienda.

Laszlo Bock , vicepresidente per le risorse umane di Google, afferma che ovviamente tali risultati non verranno presi come Vangelo ma che saranno senz'altro utili per selezionare in maniera più accurata e innovativa le risorse necessarie all'azienda.

Tenendo conto che l'azienda prevede di assumere 10.000 persone in tutto il mondo quest'anno, che si andranno ad aggiungere ai 10.000 attualmente già in Google, non resta, per gli interessati, che prepararsi a rispondere a questo test.

 

 
Di Ettore (del 27/12/2006 @ 03:36:52, in Internet e nuove tecnologie, linkato 1821 volte)

Foto della copertina di Time del 25 Dicembre 2006

Molti di voi già lo sapranno.

Quest'anno la rivista Time ha scelto come Persona dell'anno tutti noi.

Già proprio tutti noi che utilizziamo in maniera proattiva la rete internet. Non solo accediamo alla rete per cercare informazioni ma le creiamo, le condividiamo e le diffondiamo con tutti i più disparati mezzi che Internet ci sta mettendo a disposizione.

Si va dai sempre più diffusi Blog a servizi come YouTube, Flickr, Podcast ecc... Insomma tutto quello che sta mettendoci a disposizione il Web 2.0.

Questo fa si che si possano avere informazioni accurate e da svariati punti di vista. Un'informazione che, in questo modo, risulta più interessante e meno a senso unico di quella imposta dai media ufficiali.

Stiamo contribuendo alla nascita di una vera democrazia digitale.

Per questo ci meritiamo questo riconoscimento da parte di Time Magazine.

Congratulazioni a tutti noi!!!

YOU are Person of the Year 2006 !!!

Per leggere in dettaglio andate sul sito di Time.

 
Pagine: 1
Ci sono 77 persone collegate

< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

 

Le mie Foto su Flickr

www.flickr.com
ettore_timi's photos More of ettore_timi's photos

Titolo
Fiorentina (8)
Firenze (13)
Internet e nuove tecnologie (5)
Musica (1)
News (22)
Varie (13)
Viaggi (2)

Catalogati per mese:
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018

Gli interventi pi cliccati

Ultimi commenti:
abnehmen blog 2018
16/11/2018 @ 20:49:11
Di Anthony
dit tabletten die w...
15/11/2018 @ 11:51:02
Di Tory

Titolo
Bianco e nero (1)
Firenze (6)

Le fotografie pi cliccate

Titolo
Il 17 Marzo dovrebbe essere celebrato ogni anno?

 Si
 No

Titolo

Listening
Musica...

Reading
Libri...

Watching
Film...





12/12/2018 @ 16:17:34
script eseguito in 112 ms